Translate

mercoledì 13 agosto 2014

Quella LEI sono IO

Lei sorrideva sempre,
Lei aveva molti amici...
Lei riusciva sempre a strappare un sorriso a tutti, con quel suo sorriso dolce e quei suoi riccioli.
Lei amava lo sport, la musica, la lettura, il cinema.
Lei amava fare shopping, chiacchierare con le amiche, studiare all'ultimo minuto.
Lei era felice.
Poi un giorno cambiò.
Qualcosa o qualcuno la fece cambiare.
Lei aveva uno sguardo sempre velato dalla tristezza e perso nel vuoto.
Lei faticava a sorridere, non voleva più saperne di tutto e tutti.
Lei iniziò a dimagrire, a piangere, ad avere crisi d'ansia.
Lei iniziò a chiudersi in sè stessa come un riccio.
Lei smise di ascoltare musica, di leggere, di praticare sport, di guardare film.

Lei smise di esistere. Volle cancellarsi dalla faccia della terra.

Ma qualcuno la volle salvare.
La riportò nella realtà, quella che fa male.
Lei ricominciò a sopravvivere.
Lei ogni tanto adesso riesce a sorridere... ora ama i complimenti, ma non sa mai se sono veri o falsi.
Lei non esce molto, fa ancora a pugni con i suoi pensieri.
Lei vorrebbe iniziare a vivere ma ha paura.
Lei continua ad essere spaventata ma non chiede aiuto.

Quella Lei sono IO.

13 commenti:

  1. Ma c'è stata 1 molla definitiva ke ti ha fatto cambiare? O solo 1 serie di eventi e pensieri? Io nn credo ke tu sia cambiata da bianco a nero semplicemente svegliandoti la mattina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, è stato un malessere durato per mesi che mi ha fatta cambiare... e poi dietro ci sono ancora altre cose, pure legate all'infanzia.
      E invece è stato un giorno solo , quello in cui ho deciso che mi sarei messa a dieta, che ha iniziato a spegnermi lentamente, bruciando da dentro.

      Elimina
    2. Io penso ke tua sia troppo peso al passato (nn ke io nn lo faccia,eh!!) xo' cmq il tuo blog lo leggo appena pubblichi qualcosa di nuovo....io credo ke la tua insicurezza, il tuo senso di inadeguatezza, la tua paura di essere sempre paradossalmente di troppo ti portino a sottovalutarti e a renderti completamente cieca vs i tuoi pregi. Prova a usare 1po' di carattere,a volte, imponiti!!! Nn hai fatto nulla di male!

      Elimina
    3. Grazie... anche io ti seguo e ti leggo sempre :)
      Lo so, hai ragione, , la mia paura di essere di troppo, la mia insicurezza e il mio legame con il passato mi blocca in molte cose...ci lavorerò su.
      Un abbraccio!

      Elimina
  2. Mi piace il fatto che tu abbia usato il verbo essere al presente : hai scritto "lei SONO io" e non "io ERO lei"... Ed è proprio così! Tu sei ancora la ragazza di allora, devi solo riuscire a far riemergere la vera te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Che belle parole, voglio darti ragione

      Elimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi rivedo al 100% in tutto quello che hai scritto.. Non mi era mai successo prima.
      Non posso darti un buon consiglio perchè appunto mi ritrovo esattamente con i tuoi stessi pensieri..l'unica cosa che mi sento di dirti è questa frase che a volte cerco di ripetermi..
      "È la tua vita e sei tu la protagonista..nessun altro!"

      Elimina
    2. Quella frase è troppo giusta... sarebbe bello riuscire a Metterla in pratica tutti i giorni...
      Ripetila sempre, e grazie di averla condivisa con me!

      Elimina
  4. Lei ha ancora la possibilità di arricchire la propria vita con tutto quello che desidera... Perchè lei c'è ancora. Perchè quella lei sei tu. E tu, combattendo giorno dopo giorno, puoi renitegrare nella tua vita tutte le cose che la malattia aveva allontanato ma che, in fondo, ti piacciono e vorresti che fossero presenti di nuovo nella tua quotidianità...
    Ti abbraccio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Veggie...
      Hai ragione, combattere tutti i giorni mi può permettere di riprendere tutto ciò che la malattia mi ha strappato. Lottare tutti i giorni, è questa la cosa difficile forse perché si va molto lentamente, il percorso è molto lungo... ma prima o poi si arriverà alla fine.
      Un abbraccio

      Elimina